Zero Design Festival dal 18 al 20 marzo al Plastic di Milano

by La Redazione


Pubblicato il 2 marzo 2016


Zero Design Festival 4 a Milano

A cura di Andrea Amichetti, Lucia Tozzi, Simone Muzza ed Emanuele “Zagor” Treppiedi, la quarta edizione dello ZERO Design Festival è dedicata al design dell’intrattenimento, dalla cultura del bere bene a quella del clubbing.

#divertirsiègiusto è il titolo della tre giorni in programma dal 18 al 20 marzo presso lo storico club Plastic di Milano, aperto al pubblico per l’occasione a partire dalle 16:00.

Un punto di incontro per designer, architetti, imprenditori e, quest’anno, per i più noti barman di Milano, invitati a raccontarsi anche attraverso la preparazione dei loro signature cocktail.

Tra i talk in programma:

☞ Radical Clubbing, con i protagonisti dell’unica avanguardia architettonica italiana coinvolta nella progettazione dei locali da ballo.
Ospiti: Ugo La Pietra, progettista del Bang Bang di Milano, Carlo Caldini, architetto del Gruppo 9999 e progettista della discoteca Space Electronic di Firenze, Pietro Derossi, progettista del Piper di Torino e della discoteca Altro Mondo di Rimini, e Fabrizio Capolei, figlio di Francesco Capolei, architetto del Piper di Roma.

☞ Una storia di design italiano – l’agitatore per cocktail e il “Boston” di Alessi. Una chiacchierata sull’oggetto divenuto icona globale del barman.
Ospiti: Alberto Alessi di Alessi Spa, Carlo Mazzeri, progettista per Alessi dell’agitatore per cocktail 870, Alberto Gozzi, consulente per la creazione del “Boston” 5050 di Ettore Sottsass, Edoardo Nono, bar manager e proprietario del Rita & Cocktails di Milano, e Oscar Quagliarini, barman freelance e ideatore della linea di bar tools Cocktail First, Question Later.

☞ Collezione Branca e Galleria Campari – dalla filiera produttiva al museo d’impresa. Un focus su due delle più importanti aziende nazionali del beverage.
Ospiti: Marco Ponzano, curatore della Collezione Branca, Margherita Vaschetto, corporate relations manager di Branca, Dario Cuccurullo, Campari Academy e Trade Partnership Manager del Gruppo Campari, Flavio Angiolillo, bar manager e proprietario di Mag, 1930, #Backdoor43 e Casa Mia (Milano) e Mattia Lissoni, bar manager e proprietario del Pinch (Milano).

☞ La Miscelazione Futurista, un ritorno alle “Polibibite”.
Ospiti: Fulvio Piccinino, autore del libro La Miscelazione Futurista e fondatore del sito saperebere.com sulla cultura del bere responsabile, Yuri Gelmini, barman del Surfer’s Den (Milano) e Fabio Tarroni, barman del Blanco (Milano).

☞ Bere bene di notte, focus della qualità del bere in discoteca.
Ospiti: Fabio Spinelli, barman Santeria Social Club, Enrico Contro, bar manager Pravda Vodka bar, Geronimo Gaiaschi, bar manager Osservatorio Astronomico in Dude Club, Tucci, bar manager e proprietario Atomic Bar, Corrado Bonfanti, bar manager e proprietario Cuore, Francesco Cilento, bar manager e proprietario Turné e Drinkable – Bere Bene Ovunque.

☞ Confermati i format vincenti delle scorse edizioni.
Venerdì 18 marzo Chiara Alessi conduce il quiz “Mai Dire Design” dove 4 squadre capitanate da Katia Jorfida, Lorenzo Palmeri, Luca Astorri e Cristiano Vitali si sfideranno su un questionario a tema di architettura e design. Domenica 20 marzo studenti del POLI.design, NABA e IED daranno il via allo Student Rumble Pitch presentando progetti di design legati al mondo del beverage.

☞ Il festival ospita una sezione permanente all’interno della Galleria Plasma del Plastic, con proiezione di foto del libro Nightswimming di Giovanna Silva, ampliamento del progetto presentato alla Biennale di Venezia 2014 – Monditalia, oltre a una programmazione di film e documentari sulla club culture e alla mostra Bar Tools – Cose da bar, gli oggetti del mestiere più cari ai barman.

☞ Ogni sera, dj set e cocktail preparati dai barman ospiti. Domenica 20 marzo, gran finale con la maratona dei barman dalle 20 fino alle 4 del mattino, dove saranno coinvolti più di 20 bar tender tra cui Katerina Logvinova di The Botanical Club, Michele Hu di Chinese Box e Tommaso Cecca di Café Trussardi e Maurizio Stocchetto del bar Basso.

L’allestimento è a cura dei Parasite2.0, collettivo di architetti e artisti che indaga l’habitat umano, vincitori dell’ultimo concorso YAP MAXXI di Roma.

Qui il primo e il secondo teaser del festival.

ZERO Design Festival è un format di ZERO dal 2013. Tra gli Ospiti delle edizioni precedenti: Alessandro Mendini, Riccardo Blumer, Ippolito Pestellini Laparelli (Studio OMA/AMO), designer della scena italiana e internazionale (Giulio Iacchetti, Matteo Ragni, Francisco Gomez Paz, Victor Vasilev, Stefano Giovannoni, Lorenzo Palmeri, Tomoko Mizu, Odoardo Fioravanti), curatori internazionali come Nina Due del Design Museum di Londra o Deniz Ova della Biennale di Istanbul, e poi imprenditori, fondatori di Fablab, inventori di nuovi modelli di produzione nel design.